Alimentazione e sessualità

Cibo e sesso, come espressione dei bisogni primari fondamentali, sono profondamente legati tra loro e connessi al piacere.

Le problematiche di natura alimentare e sessuale spesso si intersecano creando un intricato groviglio. E quel che in apparenza è un unico gomitolo induce le persone a riconoscere solo alcuni dei sintomi e a rivolgersi a un professionista dell’alimentazione o della sessualità in relazione al problema (alimentare o sessuale) che avverte più rilevante od urgente.

La consapevolezza come conoscenza reale di sé, la soglia del proprio piacere, le negazioni, gli eccessi, la bassa autostima, il valore del sesso e del cibo, anche come risposta a bisogni, emotivi vengono così affrontati in maniera parziale in base ai bisogni lamentati dalla persona portatrice della richiesta.

Sessuologia Alimentare dipana il groviglio delle interrelazioni tra le due aree lavorando con un approccio multi-operativo e su tutti i soggetti coinvolti nell’intervento con:

  • un modello innovativo di approccio clinico per i professionisti dell’alimentazione e della sessualità;
  • l’attivazione del soggetto portatore del problema alimentare-sessuale alla conoscenza del proprio corpo, dell’immagine reale di sé, della propria intimità e sessualità.